Chi siamo

Due sorelle, due città.

Satori: morbosamente legata alla sua città natale, Cagliari, dove attualmente risiede. Apprende i misteri della cucina preparando a 8 anni il suo primo sugo di pomodoro, e successivamente friggendo padellate infinite di verdure impanate e patate. Portata alle preparazioni salate, cerca nella cucina di tutto il mondo qualsiasi spunto che possa arricchire una cucina semplice e sana. Alla ricerca della salute e della eticità del cibo è arrivata senza sforzo a essere vegana con approccio macrobiotico. Malgrado l’amore per Cagliari, è giapponese nello spirito e belga nella birra.

Bribantilla: ovvero, l’inviata da Londra. Alla tenera età di 2 anni le fanno recitare la ricetta della preparazione del sugo di pomodoro e il tutto viene registrato su un’audiocassetta (oramai smarrita) in modo da esporre l’innocente creatura al pubblico ludibrio. Fin da bambina mostra un debole per la pasticceria, che la porterà poi a sviluppare una passione per tutto quello che è “baking”, ovvero impasti dolci e salati purchè lievitati e cotti in forno! Golosa da sempre, curiosa col tempo, pescetariana (che brutta parola!) da qualche anno, ama sperimentare nuove ricette, si diverte con la cosiddetta “cucina etnica” e deve assumere regolarmente cibo giapponese altrimenti cade in preoccupanti crisi di astinenza.

16 Responses to “Chi siamo”

  1. Ciao Sorelline! ^^
    volete sapere una cosa?… non ho MAI mangiato nulla di tipico della cucina giapponese… non so se somiglia alla cucina cinese (di cui in Italia esistono infiniti ristoranti, ma dubito sia “vera” cucina cinese quella… però vado matta per gli involtini primavera e il manzo al bambù :*DDD )
    Un abbraccio!

  2. Luisa scrive:

    Complimenti! Perché non aprite un bar/gastronomia/ristorante vegano a Cagliari? Praticamente non ce ne sono e noi siamo in forte aumento! Un saluto :)

  3. Valerio scrive:

    Vi scopro solo oggi, che vergogna!!!
    Cercherò di rimediare con la lettura dell’arretrato.
    Braveeeeee!!!

  4. gianki scrive:

    brave,colte e spiritose…
    mi è piaciuta la ricetta dell’Haggis vegetariano,che ho provato con alcune varianti ed è venuto bene.
    Complimenti e buon lavoro!

  5. Stefania scrive:

    uno dei piu’ bei piaceri della vita e’ il cibo! all’inviata a london dico…buttati! la vita puo’ mandare molti segnali…anche attraverso gli ortaggi!!
    Vi mandero’ le foto dei miei primi esperimenti nipponici/culinari!

  6. Donatella scrive:

    SEEEE va be’ ma voi siete professioniste!! Ma leggo e imparero’…spero!

  7. Milla scrive:

    8 anni quindi è l’età del sugo! Anch’io l’ho fatto ^_^
    Però mi avrebbero dovuto arrestare: ho svuotato un tubo di concentrato (!) nel tegame, acceso il fornello e gradualmente aggiunto del parmigiano grattugiato…………………………………. that was it!

    Sapevo chiaramente il fatto mio eh -__-°

Leave a Reply