In English, please!

Locandina_AbbecedarioEd eccoci qua a rispondere all’ultimo richiamo della trattora Aiuolik. Dopo il successo dell’Abbecedario Culinario d’Italia, perché non allargare gli orizzonti e passare all’Europa? Noi che siamo state sempre delle europeiste convinte, non potevamo restare indifferenti. Stavolta il nostro blog non ospita alcun paese, ma con piacere cercheremo di partecipare alle varie tappe.

Siamo quindi alla prima lettera, la A di Appeltart, ovvero i Paesi Bassi, gentilmente ospitati da Gata da Plar.

L’unica esperienza di viaggio nei Paesi Bassi risale a ben 10 anni fa, un weekend lungo ad Amsterdam, bellissima cittadina che per un po’ ci ha fatto pensare che potesse essere un buon posto in cui trasferire le tende (le case storte, i canali, le biciclette, le case storte, oh ma quanto sono belle le case storte…). Da un punto di vista culinario però non avevo assaggiato nulla di assolutamente tipico. Ho fatto quindi una ricerca e non sembrava semplice trovare qualcosa adatto a noi vegetariani (considerando il fatto che non volevo fare un dolce). Molti stufati di carne, molti arrosti… finchè non ho trovato lei: la zuppa dal nome impronunciabile!

Perfetta per il periodo invernale, la versione originale di questa zuppa (chiamata anceh snert)include carne di maiale, pancetta e altre maialerie… ma mi è sembrata perfettamente adattabile in versione vegetariana. Anzi, dirò di più: l’ho proprio veganizzata! L’esperimento mi ha molto soddisfatto e ve lo propongo qui, spero vi piaccia.

Dutch_pea_soup

Ingredienti per 4 persone:

  • 300g di piselli secchi decorticati
  • 160g di chorizo vegan (ho usato 4 salsiccette Spacebar)
  • 1 buon dado vegetale
  • 1.75 l di acqua
  • 2 coste di sedano (quelle più interne)
  • 100g di carote
  • 1 patata grandetta
  • 1 cipolla ramata piccola
  • 100g di porro
  • 100g di sedano rapa
  • 120g di tofu affumicato
  • sale e pepe a piacere
  • olio d’oliva

- In una pentola capiente mettete in acqua fredda i piselli, il chorizo tagliato a tocchetti e il dado. Portate a bollore e fate cuocere per circa 45 minuti, eliminando l’eventuale schiuma che affiora e tenendo coperto il più possibile. Date una mescolata ogni tanto.

- Mentre i piselli cuociono, preparate le verdure. Togliete i filetti dal sedano e tagliatelo a tocchetti; tagliate le carote a rondelle un po’ grosse (quasi 1cm); pelate e tagliate a cubetti la patata; tritate la cipolla; affettate a rondelle il porro; pulite e tagliate a cubetti il sedano rapa.

- Dopo circa mezzora di cottura, togliete il chorizo e tenete da parte.

- Quando i piselli iniziano a perdere consistenza (circa 45 minuti), aggiungete le verdure e fate cuocere altri 30 minuti.

- Nel frattempo, tagliate il tofu affumicato a bastoncini che farete tostare in una padella con un poco di olio (io ho usato olio di semi di zucca, ma usate quello che preferite) per renderli croccanti. Nella stessa padella, dopo aver tolto il tofu, potete saltare i pezzi di chorizo e farli dorare un poco.

- Quando le verdure sono cotte, i piselli dovrebbero essere ormai completamente spappolati: la zuppa è pronta. Potete decidere se lasciarla così con i pezzettoni oppure frullarla e farne una vellutata. Io ho scelto la seconda opzione. Una volta frullata, ho ributtato dentro i pezzi di salsiccia, ho aggiustato di sale e pepe e aggiunto poco olio per dare un poco dell’elemento grasso che in fondo manca in assenza totale di carne.

- Versate nelle ciotole e disponetevi sopra le striscioline di tofu tostato con un filo di olio a crudo. Io ho aggiunto anche un poco di lievito a scaglie.

Eet smakelijk!

In English, please!

Dutch_pea_soup_2This is our contribution to the European Culinary ABC, a fun project by our friend Aiuolik of Trattoria MuVarA.

We are at the first entry: A like Appeltart. We are therefore in The Netherlands, and the hosting blog is Gata da Plar.

I visited this country ten years ago, during a long weekend in Amsterdam. A beautiful vibrant city, which I thought it may be a nice place where I myself could settle (oh those houses on the canals…). During that weekend I didn’t have the chance to taste any traditional Dutch dish, so for this post I had to do a bit of research. I didn’t want to prepare a pudding, but it was quite hard to find a vegetarian friendly recipe, until I found this belly-warming winter soup. The traditional version has lots of pork meat (sausages, bacon), but I could immediately see how the vegetarian version could be. Even better: it’s become vegan! I hope you like it :)

Ingredients for 4 people:

  • 300g green split peas
  • 160g vegan chorizo (I used 4 Spacebar chorizos)
  • 1 good stock cube
  • 1.75 l water
  • 2 celery sticks (the tender ones on the inside)
  • 100g carrots
  • 1 large potato
  • 1 small onion
  • 100g leek
  • 100g celeriac
  • 120g smoked tofu
  • salt and pepper
  • olive oil

 

-Put the water, peas, stock cube and the sausage in big chunks into a large pot. Bring to boil and leave to cook for about 45 minutes, skimming any froth that forms on the surface. Stir occasionally and keep the lid on as much as possible.

- In the meantime, prepare the veggies. Clean the celery sticks (elimate as many nasty threads as you can) and cut them in chunks; slice the carrots (about 1cm thick); peel and cube the potato; chop the onion; slice the leek; peel and cube the celeriac.

- After about 30 minutes, take out the chorizo and set aside.

- When the peas are cooked, add all the vegetables and cook for another 30 minutes.

- Thinly slice the tofu or cut it in sticks and toast it in a hot pan with oil (I used toasted pumpkin seeds oil). Set the tofu aside and in the same pan roast quickly the chorizo chunks until they are golden.

- When the vegetables are cooked the peas should be completely “melted”. Your soup is ready! You can leave as it is, with the vegetables in chunks, or you can puree it with a blender (that’s what I did). Add the chorizo, season with salt and pepper and add some olive oil.

- Serve in bowls, add the toasted tofu slices on top and some olive oil. I also sprinkled some yeast flakes.

Eet smakelijk!

7 Responses to “Erwtensoep (Dutch pea soup)”

  1. Aiuolik scrive:

    Ecco la A al completo: http://abcincucina.blogspot.com.es/2013/01/a-come-appeltaart.html.
    Grazie per aver partecipato e ora…tutti in Slovacchia!!!

    Ciaooo
    Aiu’

  2. Satori scrive:

    Niente ammollo per i piselli secchi? in genere sono tosti da cuocere…

  3. CescaQB scrive:

    Golosissima questa ricetta ^_^ Con questo freddo è proprio quello che ci vuole!

  4. Gata da Plar scrive:

    Ma bravissime!
    Accetto assolutamente questa ricetta perchè… è perfetta anche per gli olandesi/nederlandesi vegetariani/vegani, che ci saranno sicuramente no?! ^^
    E poi così piace pure a me :)
    Un abbraccio e grazie ancora tantissime per il Contributo preziosissimo :)

Leave a Reply