Arriva l’estate. A dir la verità quest’inverno appena passato non è stato particolarmente freddo, quindi a rigor di logica non dovrei avere troppa smania di caldo, ma curiosamente ho una gran voglia di preparare insalate. Forse perché ho un po’ cambiato costituzione fisica e ho bisogno di cibo meno riscaldante, però in effetti mi garbano le insalate con ingredienti poco cotti, servite a temperatura ambiente. Per il crudo e il cibo freddo di frigorifero mi sembra ancora prestino, ma poi questa insalata si può ben preparare in anticipo e conservare in frigo. Il cous cous è un ingrediente che si presta benissimo, ma vi raccomando di usare quello integrale: più ricco di sapore e nutrimento, è il tocco in più che trasforma una insalata in un vero piatto unico. L’idea per questa ricettina mi è venuta leggendo il menù dell’evento “Oli d’Italia 2011″,  pubblicizzato dal Gambero Rosso. Ovviamente io non ho idea di come Davide Mazza realizzi il suo piatto, ma il nome Cous cous con micro-verdure, timo, limone e mandorle mi ha suggerito questa versione che ho dovuto preparare subito in uno dei miei soliti raptus. E siccome ieri sera ho scoperto che mio marito aveva dimenticato di comprare le carote, stamane l’ho spedito al mercatino di Sant’Elia (quello che mio nonno chiamava “Sant’Elias”, alla sarda) a cercare delle carote vere, non quelle in vaschetta del supermercato. E’ tornato con le scarpe che puzzavano di pesce, ma trionfante con un bel mazzo di carote! Ecco quindi gli ingredienti per 2-3 persone:

0,8 cup di cous cous integrale biologico

3 funghi champignon

1 carota

1/2 cipolla fresca

3 zucchine

una bella manciata di piselli possibilmente freschi

5-6 mandorle pelate

timo secco

buccia di limone non  trattato

olio di girasole (biologico e senza solventi)

olio extra vergine di oliva (di quello buono)

sale marino integrale

pepe bianco macinato al momento (molto facoltativo)

La preparazione inizia con la cottura del cous cous: fate tostare i grani in un tegame alto in poco olio di girasole (circa 2 cucchiai) ben caldo, mescolando continuamente e velocemente fino a quando il cous cous sarà leggermente dorato. Aggiungete quindi acqua bollente salata in proporzione doppia rispetto al volume della semola (1:2), spegnete il fuoco, coprite e lasciate riposare per un’oretta. Quando scoperchierete il tegame troverete i grani gonfi e compatti. Versateci quindi un filo d’olio extravergine di oliva e con una forchetta procedete a sciogliere la massa, ottenendo quindi la semola pronta per l’insalata. Mentre il cous cous si gonfia potete preparare gli altri ingredienti. Pulite i funghi con un panno umido e tagliate la parte terrosa del gambo. Staccate poi i gambi e tagliateli ricavando dei dadini. Anche i cappelli vanno tagliati a dadi grossi circa 1 cm e mezzo. Lavate la carota e le zucchine con una spazzola dura, eliminate le estremità e tagliatele ugualmente a dadi. Lavate la cipolla e affettatela in modo da ricavare dei quadratini. Lavate il limone e ricavate dalla buccia circa un cucchiaio di striscioline di buccia, sottilissime e senza parte bianca. Se avete paura che il gusto sia troppo forte potete anche tenerle a bagno in acqua tiepida per 15 minuti, ma personalmente non mi sembra il caso. Lavate i piselli freschi, mentre se usate quelli surgelati potete omettere il passaggio… Riempite d’acqua un tegame capiente e versateci i piselli. Mettetelo su fiamma media e portate a bollore. Lasciate cuocere i piselli lentamente e salate dopo circa 5 minuti di bollore. Portate la cottura fino a quando saranno cotti ma sodi. Scolateli con una schiumarola perché nella stessa acqua bollente (che potrete anche risalare leggermente) verserete le zucchine. Cuocete le zucchine al dente, scolate anche queste con la schiumarola e sempre nella stessa acqua bollente versate le carote, che cuocerete, indovinate un po’, lasciandole consistenti. Mettete le verdure cotte in ciotole separate e tenetele da parte. In una padella ampia versate due cucchiai di olio di girasole e fatelo scaldare a fiamma alta. Quando sarà ben caldo versateci i funghi e fateli rosolare mescolandoli continuamente. Salateli e pepateli e fateli cuocere fino a quando non saranno teneri, poi toglieteli dalla padella con una schiumarola e teneteli da parte. Nella stessa padella calda e unta fate tostare le mandorle fino a quando non avranno preso colore, mescolandole spesso. Toglietele dalla padella, lasciatele freddare e poi tagliatele a filetti. Ancora nella stessa padella aggiungete ora due bei cucchiai di olio extravergine di oliva e fateci rosolare i dadini di cipolla a temperatura non troppo alta per circa due-tre minuti. Quindi procedete aggiungendo le verdure già cotte, un tipo alla volta, mescolando e lasciando insaporire due minuti prima di versare le successive: versate i piselli, mescolate e fate insaporire per due minuti, poi le carote, dopo due minuti i funghi e dopo due minuti ancora le zucchine (le procedure semplici sono difficilissime da spiegare, abbiate pazienza). Mescolate sempre ma con delicatezza. Per ultimo versate il cous cous e mescolate bene per amalgamare il tutto, condendo con un bel pizzicone di timo, la buccia di limone e un poco di sale (se vi sembra il caso). Fate insaporire per pochi minuti e poi spegnete il fuoco. A crudo aggiungete ancora tre cucchiai di olio extravergine di oliva, mescolate e versate in una bella terrina bassa, disponendo sopra con cura i filetti di mandorla tostata. Ottima a temperatura ambiente, fredda di frigo solo se fa davvero un caldo torrido.

Leave a Reply