La zucchina lunga

Zucchina_lungaPer me la zucchina lunga è una novità. In Sardegna non so se sia usata comunemente, ma di sicuro a casa dei miei genitori non è mai entrata, quindi per me è la prima volta che sperimento questo vegetale. Mi risulta che la zucchina lunga, dal nome scientifico di Cucurbita pepo ma nota in Sicilia come Cucuzza longa e in Campania come Cucuzza r’acqua (e localmente anche come Sarchiapone o altre varianti ancora) sia un vegetale molto diffuso dalla Campania in giù, con punte di popolarità in Sicilia. Può essere ricurva o diritta, di dimensioni anche decisamente più lunghe e più grosse di questa che ho comprato per prova. Prova che ha superato pienamente: il sapore è dolce e delicato- molto adatto alla stagione calda- la polpa è tenera ma consistente. Come le altre zucchine, la zucchina lunga è quasi del tutto priva di calorie e molto ricca di acqua, povera di sale, contiene vitamina B1, B2, C e PP, calcio, ferro e fosforo; insomma, adattissima per la stagione in cui giunge a maturazione. Direi che può entrare a pieno titolo nella cucina di tutti i giorni, variando la monotonia delle zucchine comuni (siamo appena a luglio e ne sono già stufa…). La varietà nell’alimentazione è fondamentale, non mi stanco di ripeterlo. Riuscire poi a trovare dei vegetali “poveri”, a Km zero, di piccola produzione e perfino di campo… è una bella soddisfazione! Riusciamo in colpo solo a far bene alla biodiversità, all’ambiente e al nostro corpicino. E non diamo da mangiare alla mafia della grossa distribuzione. Mica poco, di questi tempi. :)

3 Responses to “La zucchina lunga”

  1. [...] Sicilia e di alcune zone del sud Italia e che la mia Sister vi ha già fatto conoscere tempo fa, in questo post, grazie al suo verduraio cagliaritano all’avanguardia che le coltiva nel suo [...]

  2. [...] « La zucchina lunga Il Carosello di Lecce [...]

  3. [...] longitudinalmente e in parte anche a bastoncino, in primo piano nella foto, e poi degli anelli di cucuzza longa (sono sicura che nessuno poteva indovinare, eheheh!). La cucuzza è stata pelata, tagliata a fette [...]

Leave a Reply