Vellutata di sedano

Come già ho avuto modo di dire altrove, il sedano non è proprio una mia grande passione. Ha un gusto troppo forte, è filaccioso, in famiglia si è sempre mangiato solo liscio o in insalata (e in inverno le insalate fredde, per me, non sono proprio l’ideale) e trovo che abbia un gusto troppo dominante quando messo in altre preparazioni (per esempio i sughi). Però è successo che la fruit&veggie box mista che il nostro verduraio biologico ci ha recapitato a casa le scorse settimane includesse anche dei cespi di sedano… e quindi, via! Cerchiamo di farne qualcosa.

La vellutata è stato il primo esperimento ed è passato a pieni voti! La presenza della patata e del porro ammorbisce il gusto un po’ violento del sedano. Insomma, funziona!

 

 

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 cipolla piccola
  • 1 porro grande
  • 6 gambi di sedano
  • sale
  • 1 patata media
  • 2 spicchi d’aglio, puliti e tagliati a metà
  • una foglia di alloro
  • 2 rametti di timo
  • brodo vegetale (circa 750 ml)
  • olio d’oliva

- Preparare gli ingredienti: tritare la cipolla; pulire e affettare il porro; pelare e tagliare a cubetti la patata; pulire e affettare il sedano. Per quest’ultimo è importante togliere il più possibile i filetti. Con un coltello, partire da una delle estremità incidendo leggermente il bordo come per pelare il gambo e poi tirare verso di sè. I filetti verranno via abbastanza facilmente. Ripetere l’operazione all’altra estremità e per sicurezza fare la stessa manovra dal centro del gambo, spezzandolo con le mani e tirando via i filetti che resteranno evidenti. E’ più difficile da spiegare che da fare. L’alternativa sarebbe filtrare la vellutata alla fine… ma io cerco di evitare di sporcare attrezzi, se posso :)

- In una pentola su fuoco medio-basso, versare poco olio e rosolare la cipolla qualche minuto. Poi aggiungere porro, sedano e patate e far cuocere 2-3 minuti mescolando spesso. Versare il brodo fino a coprire gli ingredienti, aggiungere le erbe (del timo, solo le fogliette piccole) e far cuocere coperto per circa 30 minuti o finché le verdure saranno tenere (in pentola a pressione ci impiega circa 10 minuti).

- Togliere la foglia di alloro (e, se preferite, l’aglio), eliminare un po’ del liquido se vi sembra troppo (potrete sempre ri-aggiungerlo dopo) e frullare col pimer. Regolare di sale, se necessario.

- Versare nei piatti e condire con un po’ di olio a crudo o con del gomasio.

6 Responses to “Vellutata di sedano”

  1. Elisa scrive:

    Consiglio per evitare di pulire il sedano: frulla tutto, poi passa più volte una frusta da cucina nella vellutata e “scuotila” direttamente nella pattumiera dell’umido: raccoglierà i filetti in pochissimo tempo e senza sforzo!

  2. la schiappa scrive:

    Ecco questo , forse, è abbastanza semplice per me !!

  3. Satori scrive:

    Sedano verde tradizionale?

Leave a Reply