Pane di miglio e zucca

E con questa ricetta entriamo pienamente nella cucina macrobiotica…

La macrobiotica è una filosofia che investe tutti gli aspetti del vivere, anche e soprattutto l’alimentazione. Il nutrirsi è il primo e più importante dovere che abbiamo verso noi stessi. Se trascuriamo questo dovere facciamo un torto a noi, a chi ci vuole bene e vuole averci vicino e, se si ha una fede religiosa, al Supremo che ci ha donato la vita. Ma non basta riempire lo stomaco, bisogna mangiare in modo che il cibo ci fornisca l’energia di cui abbiamo bisogno in quel momento. Se si deve affrontare una giornata invernale o estiva, se si deve studiare o andare a far legna nel bosco, avremo necessità differenti. Questa che presento oggi è indicata per le stagioni fredde e quando occorre una energia intellettuale a lento rilascio.

Basandomi sulle indicazioni di Aveline Kushi, le dosi per 4 sono queste:

2 tazza di miglio

2 tazza di zucca pulita tagliata a dadini

3 tazze di acqua

2 pizzichi di sale

Mettete il miglio in una terrina e lavatelo in abbondante acqua, cambiando l’acqua fino a che non sarà pulita. Lasciatelo sgocciolare in un colino. Una volta asciutto mettetelo dentro la pentola a pressione, senza aggiungere grassi, distribuitelo sul fondo della pentola, disponeteci sopra la zucca e versate l’acqua senza mescolare tra loro gli ingredienti ma soltanto livellando il tutto. Salate e chiudete il coperchio. Portate a pressione e cuocete per 15 minuti. Spegnete e lasciate scendere la pressione, quindi travasate il miglio e la zucca in uno stampo rettangolare o a ciambella. A me piace usare lo stampo a ciambella perché si può mettere al centro lo stufato con cui accompagnarlo e anche l’occhio vuole la sua parte, no? Compattate servendovi di una spatola, coprite lo stampo con un foglio di alluminio e mettete in forno preriscaldato a 180° per 30/40 minuti. A questo punto potete sformare su un piatto da portata: avrete ottenuto un pane compatto come una polenta, da tagliare a fette e servire caldo con funghi o uno stufato di verdure e legumi. Quello che avanza si conserva bene in frigo e può essere tagliato freddo a fette e rosolato in padella in poco olio di gusto leggero (a me piace l’olio di sesamo) ben caldo fino a rendere croccante e dorata la superficie. E’ una variante molto saporita, ma meno leggera…

Se volete cambiare le dosi, considerate la proporzione 1 tazza di cereale-1 tazza di zucca-1 tazza e 1/2 di acqua.

One Response to “Pane di miglio e zucca”

  1. Bribantilla scrive:

    E sa anche di buono!! :)

Leave a Reply