D’inverno vivrei di zuppe calde e colorate, mi danno energia e mi mettono di buon umore. I piatti di pasta asciutta difficilmente mi soddisfano allo stesso modo. E poi le zuppe sono facili da preparare, non richiedono attenzioni continue e possono essere surgelate. Le amo anche per questo…

Qui ho usato il broccolo romanesco, il più bel cavolo che esista. Ha infatti una struttura che in matematica viene definita frattale, cioé è un oggetto geometrico che si ripete nella sua struttura allo stesso modo su scale diverse. In questo caso è costituito da boccioli che formano delle cimette che si susseguono in una spirale logaritmica, dove l’elemento più piccolo è identico all’insieme. Il broccolo romanesco in definitiva è magico. Oltre che buono, ovviamente.

Ingredienti per 4 porzioni

1/2 broccolo romanesco (comprese le foglie)

250 g di ceci già ammollati

1 carota

1/2 porro

1 dado

miso

1 pezzetto di alga Kombu lungo circa 5 cm

olio di sesamo

sale

acqua calda

Mettete i ceci nella pentola a pressione con il pezzo di alga kombu e acqua fredda. Portate a ebollizione e poi chiudete la pentola. Calcolate circa 20 minuti di cottura a partire dal fischio. Una volta cotti, scolateli e teneteli in una terrina. Nel frattempo dividete il broccolo in cimette e lavatele accuratamente. Lavate anche le foglie, tagliate via la costa centrale e affettatela sottilmente. Tagliate a striscioline anche le foglie. Lavate le carote, tagliatele a fettine sottili eliminando le estremità. Lavate e tagliate a fettine sottili anche il porro.

Ora mettete l’olio in una pentola capiente e disponete sul fondo il porro e le carote. Accendete il fuoco e fate stufare dolcemente, aggiungendo se necessario dell’acqua, fino a quando il porro comincerà a essere tenero. Aggiungete le cimette e le foglie del broccolo e continuate a far stufare a pentola coperta per qualche minuto, poi aumentate la fiamma, scoperchiate e iniziate a mescolare le verdure. Fate cuocere insieme per qualche minuto prima di aggiungere i ceci cotti. Salate e fate cuocere insieme qualche minuto, infine versate l’acqua calda fino a coprire abbondantemente verdure e legumi. Raggiunta l’ebollizione aggiungete il dado e fate cuocere fino a quando le verdure saranno tenerissime, cioè circa 15/20 minuti. Frullate il tutto con un frullatore a immersione e servite caldissimo. Volendo si può aggiungere del miso, circa 1 cucchiaino a persona, per rendere il tutto più saporito. Se non siete sicuri di consumare tutta la zuppa, aggiungete il miso direttamente nel piatto di portata mescolando accuratamente.

Con del buon pane è un piatto unico davvero completo!

3 Responses to “Zuppa di ceci e broccolo romanesco”

  1. Satori scrive:

    Ho fatto proprio oggi il Macco di fave! L’ho scoperto tardi ma l’ho subito fatto mio, è buonissimo…

  2. Ma quanto hai ragione? Anch’io adoro le zuppe e proverò la tua!
    Da buona siciliana ti consiglio il Macco di fave, è delizioso, ancor meglio se aromatizzato co del finocchietto selvatico!
    Maria

Leave a Reply